Il Carosello
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Donne coraggiose Certos10
Carosello Flash

CalendOrario
Carosello News
Ultimi argomenti attivi
La Piazza Ven Gen 27, 2023 8:28 amDalila
Le magie del nostro cervelloGio Gen 26, 2023 6:10 pmDalila
Donne coraggioseGio Gen 26, 2023 12:31 pmDalila
A sua immagineMar Gen 24, 2023 12:31 pmNickita
Pensieri in rime sciolte Ven Gen 20, 2023 9:57 pmDalila
Le Avventure di Jean Mer Gen 18, 2023 9:02 pmDalila
Beauty in ArmonyMer Gen 18, 2023 8:23 pmDalila
I postatori più attivi del mese
51 Messaggi - 46%
26 Messaggi - 23%
23 Messaggi - 21%
12 Messaggi - 11%
Partner

creare un forum

Segui Forumattivo su Facebook Segui Forumattivo su Twitter


Andare in basso
Dalila
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi : 2623
Mattoncini : 914
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilo

Donne coraggiose Empty Ipazia di Alessandria d’Egitto

Gio Gen 26, 2023 12:31 pm
Donne coraggiose 32392010


Ipazia venne uccisa da un gruppo di fanatici per colpa della sua intelligenza e del suo essere donna.
Ipazia nacque intorno al 370 d.C. ad Alessandria d’Egitto. Fin da piccola manifestò un’intelligenza fuori dal comune, per questo il padre le insegnò lo studio della matematica, della geometria e dell’astronomia, ma soprattutto della filosofia. Amava molto esporre il suo pensiero in pubblico per tutti coloro che desiderassero ascoltarla. Ottenne tali successi da superare di gran lunga tutti i filosofi del suo tempo. 
Tutta la città la amava e le rendeva onore, mentre le autorità la consultavano spesso sulle questioni pubbliche. Ma la fama e il rispetto di cui godeva, davano fastidio a molti. Accadde che un giorno il vescovo Cirillo passò presso la casa di Ipazia, e vide una grande folla di persone di fronte alla sua porta. Quando chiese il motivo di tutto quel clamore, gli fu detto dai suoi discepoli che quella era la casa di Ipazia: una grande filosofa che grazie al suo ingegno e alla finezza della sua intelligenza si era guadagnata il rispetto dell’intera città. Quando Cirillo seppe questo fu colpito dall’invidia e cominciò immediatamente a progettare il suo assassinio.
Roso dall’invidia, Cirillo aizzò gli animi dei Cristiani contro Ipazia, accusandola di essere una strega, una maga, una pagana. Dopo l’Editto di Tessalonica il Cristianesimo infatti era diventata la sola religione ammessa nell’Impero. Così un giorno dei fanatici si appostarono per sorprendere la donna mentre faceva ritorno a casa. La accerchiarono e la  trascinarono con la violenza fino a una chiesa; infine dopo averle strappato la veste e averla percossa brutalmente, la uccisero usando dei cocci e ne bruciarono i resti. Ipazia ancora oggi è considerata una martire del libero pensiero, uccisa dal fanatismo. 

A Nanni piace il post ♥

Dalila
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi : 2623
Mattoncini : 914
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilo

Donne coraggiose Empty Shakira e Medea

Lun Gen 16, 2023 9:56 pm
Donne coraggiose Re43-110


Shakira, sbarcò in Sud Africa perchè le avevano affidato il jingle per i Mondiali. 
In quella occasione s' innamorò di un gigante di un metro e 95, giovane titolare della squadra campione del mondo: Gerard Piqué.
Ora lui l’ha lasciata per una studentessa di 22 anni e lei si vendica con la canzone più ascoltata del momento: «Io ne valgo due di ventiduenni!». Ma la frase-chiave è un’altra: «Mi hai resa più dura/ la donna non piange, la donna fattura». Una volgarità? No; una rivendicazione di indipendenza, anche economica. Finito il tempo in cui la prima moglie soffriva in silenzio dopo essere stata lasciata per una ragazza. Adesso la donna reagisce. 
Ma prima ascoltate la vendetta:






"Fino ad oggi la tradita che si vendica nella cultura occidentale era lei, Medea. Che per punire Giasone uccide i figli e la nuova fiamma in carica, facendola letteralmente andare a fuoco. Ma la vendetta di Medea in fondo non fa che ribadire i valori del patriarcato: Medea toglie a Giasone i figli, ma per vendicarsi si autopunisce, uccidendo la sua prole e condannandosi ad un destino di emarginata senza patria. In pratica Medea non si vendica punendo il fedifrago, si vendica punendo se stessa. 
Con Shakira, comunque la si pensi, siamo all’esatto opposto e il patriarcato dimostra di essere parecchio in crisi. Shakira è una donna che ha una sua vita professionale, una carriera, ha fatto fortuna. Per cui quando si scopre tradita non ha bisogno di agire sulla sfera familiare o personale. Se il marito la tradisce e la molla, lei lo manda al diavolo, perché non ha più bisogno di lui per essere se stessa. Gli sbatte in faccia, per giunta, il fatto che come donna non deve più piangersi addosso perché  è perfettamente in grado di mantenersi, anzi, pure di sanare, con i soli proventi di una canzone in cui lo svergogna, tutti i debiti e i casini finanziari che lui le ha lasciato. Las mujeres facturan. Non si abbandonano all’autolesionismo, sono libere di ricostruirsi una nuova vita se vengono mollate da ex mariti fedifraghi. Las mujeres facturan. E sì, certo, è uno slogan capitalista, e molti storceranno il naso perché impregnato di consumismo. Ma, come dicevano le nostre nonne, sii indipendente economicamente e non dovrai più essere schiava di un uomo. E il patriarcato, di fronte a queste nuove donne che fatturano, se la deve mettere via."

A Nanni piace il post ♥

Nanni
Admin
Admin
Messaggi : 3064
Mattoncini : 1705
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilohttps://ilcarosello.forumattivo.com

Donne coraggiose Empty Sandra Sabattini

Mer Dic 07, 2022 8:23 am
Donne coraggiose Sandra10


SANDRA SABATTINI (Riccione, 1961-Bologna, 1984).
Fin dall’età di dodici anni frequentò la Comunità Papa Giovanni XXIII partecipando agli incontri per adolescenti. Dopo gli studi superiori, si iscrisse alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Bologna dedicandosi, nel tempo libero, al volontariato presso le comunità terapeutiche per il recupero di tossicodipendenti.  è stata riconosciuta serva di Dio e venerabile dalla Chiesa cattolica. La sua vita fin dall’infanzia è stata sempre caratterizzata da una profonda vocazione alla preghiera e all’aiuto dei poveri per i quali svolse numerose attività di volontariato. Morì il 2 maggio 1984 in seguito a un incidente stradale.
Un angelo strappato alla terra...

A Red Tony piace il post ♥

Dalila
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi : 2623
Mattoncini : 914
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilo

Donne coraggiose Empty Re: Donne coraggiose

Mer Nov 23, 2022 1:10 pm
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
Donne coraggiose Autode10

Teresa Wilms Montt


Vi lascio la testimonianza di una donna straordinaria, vissuta cento anni fa. Lei è noi e noi siamo lei.
La notte di Natale del 1921, a Parigi, muore suicida, per overdose di Véronal, Maria Teresa Wilms Montt de las Mercedes. Le figlie, che non vedeva da 5 anni, avevano appena lasciato la città. Aveva 28 anni, era una nobildonna, intellettuale cilena, che aveva lottato per il riconoscimento dei propri diritti, dopo che il marito (sposato per amore quando aveva 17 anni) l’aveva portata di fronte ad un tribunale con l’accusa di adulterio. I giudici l’avevano fatta rinchiudere in un convento, dal quale lei riuscì a fuggire, con l’aiuto del suo amante. Dovette adottare pseudonimi maschili per pubblicare.
Poetessa, femminista, anarchica, così è definita oggi. Lei, invece, scrisse questa 
“Autodefinizione”:
Sono Teresa Wilms Montt
e anche se sono nata cento anni prima di te,
la mia vita non è stata tanto diversa dalla tua.
Anche io ho avuto il privilegio d’essere donna.
E’ difficile essere donne in questo mondo.
Tu lo sai meglio di tutti.
Ho vissuto intensamente ogni respiro e ogni istante della mia vita.
Ho distillato una donna.
Hanno cercato di reprimermi ma non ci sono riusciti con me.
Quando mi hanno voltato le spalle, io ci ho messo la faccia.
Quando mi hanno lasciato sola, ho dato compagnia
Quando hanno voluto uccidermi, ho dato vita.
Quando hanno voluto rinchiudermi, ho cercato la libertà.
Quando mi amavano senza amore, ho dato ancora più amore.
Quando hanno cercato di zittirmi, ho urlato.
Quando mi hanno picchiato, ho risposto.
Sono stata crocefissa, morta e sepolta,
dalla mia famiglia e la società.
Sono nata cento anni prima di te
comunque ti vedo uguale a me.
Sono Teresa Wilms Montt,
e non sono adatta alle signorine.

A Nanni e Red Tony piace tantissimo ♥♥♥♥

Dalila
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi : 2623
Mattoncini : 914
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilo

Donne coraggiose Empty Re: Donne coraggiose

Ven Set 16, 2022 9:03 pm
Donne coraggiose 30663910


Irene Papas


La mitologia di Galatea: oggi Penelope, la donna che non attende. E combatte la feroce battaglia del quotidiano 
Allora, per quanto riguarda Penelope, mettiamo bene le cose in chiaro. Perché, povera donna, sono secoli che la raccontate come volete voi.  
Sì, è vero: sta a casa, una ventina d’anni, perché il marito sta in giro, gli dei sanno dove. E lei, ad attendere. E da qui l’idea che Penelope nella vita abbia fatto solo quello, attendere. Che un altro po’ e pare la versione umana del cagnotto Argo, con la sola differenza che quando torna a casa Ulisse almeno lei non crepa. 
Chiariamola bene una cosa, figlioli belli. Penelope a Itaca ci sta, e aspetta pure, ma col cavolo che fa solo quello. Penelope a Itaca tira la carretta, come tutte le donne fanno sempre, cercando per altro di sanare i casini che le combinano gli uomini attorno. 
Il marito se ne va, e lei resta. Si gestisce il regno. Da sola, con il solo ausilio di un porcaio intronato, un suocero che si eclissa, e un figlio come Telemaco, che proprio a volergli tanto bene un genio non è.
Le arrivano i Proci in casa, armati e tracotanti. E lei si perde d’animo? No, li intorta per bene. Con quella faccenda della tela li tiene sullo spago per anni. Il che testimonia che loro non erano per altro delle schegge, ma lei, ragazzi, è una dritta come poche. 
Quando capisce che quelli tentano di ammazzarle il figlio, che fa? Si scoraggia? No, prende il fanciullo e lo spedisce via, con la scusa di mandarlo a cercare notizie, e poi va dal capo dei Proci e lo incastra, facendogli promettere che non alzerà le mani sul pargolo. Che altrimenti manco arrivava a mettere piede sulla nave intero. 
Le torna a casa, poi, Ulisse. E pure lì, le pianta un casino che levati, ammazzando i Proci. Cioè una si tiene la reggia in ordine per una vita, evita violenze e tafferugli, e la prima cosa che fa il marito appena arriva, una scena splatter, sangue dappertutto, cadaveri come se piovesse, e grazie che mette a morte le ancelle traditrici dopo averle fatte pulire, altrimenti sai che disastro dover rimettere tutto a posto, poi. 
Penelope, insomma, non è che aspetta. Si arrangia. Lavora con quello che ha. Un marito zuzzurellone, un figlio cretino, un suocero inutile. E lei testa bassa, buon senso pratico, lavora, zitta zitta, organizzazione ferrea e multitasking come se piovesse. Come facciamo sempre noi donne, quando ci arrivano addosso le disgrazie come treni. Gli uomini attorno fanno tragedie, e noi lavoriamo, senza aspettare nessuno. I grandi gesti eroici li lasciamo agli eroi, noi combattiamo la feroce battaglia del quotidiano.
Perché non abbiamo mica tempo da perdere in attese, dobbiamo evitare che il mondo vada in palla, noi. 
#mitologia #penelope #odissea foto omaggio a #irenepapas scomparsa l’altro giorno, la più meravigliosa #penelope dello schermo.

A Nanni e Red Tony piace tantissimo ♥♥♥♥

Dalila
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi : 2623
Mattoncini : 914
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilo

Donne coraggiose Empty Re: Donne coraggiose

Mer Ago 31, 2022 2:41 pm
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
Sarai sempre nei nostri cuori dolce e gentile Principessa  Donne coraggiose 3448081265



Donne coraggiose 2678408725

A Nanni e Red Tony piace tantissimo ♥♥♥♥

Nanni
Admin
Admin
Messaggi : 3064
Mattoncini : 1705
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilohttps://ilcarosello.forumattivo.com

Donne coraggiose Empty Lady Diana - La Principessa di tutti

Mer Ago 31, 2022 2:21 pm
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)

The Princess Diana Spencer 



Donne coraggiose Lady-Diana-20220829-min


Oggi 31 agosto, anniversario della morte di lady D, quest'anno si celebrano i 25 anni .
Una donna incredibile che ha lasciato un segno indelebile del suo passaggio, amata ancora oggi, rimane un mito per tutti. 


Se volete saperne di più cliccate QUI

A Dalila e Red Tony piace tantissimo ♥♥♥♥

Nanni
Admin
Admin
Messaggi : 3064
Mattoncini : 1705
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilohttps://ilcarosello.forumattivo.com

Donne coraggiose Empty Asia Ramazan Antar

Sab Lug 16, 2022 12:55 am

ASIA RAMAZAN ANTAR



Donne coraggiose Method10

Asia Viyan Atar nasce nel 1997 in territorio Curdo cioè nel mezzo del territori della Siria , dell' Iran , dell'Iraq e della Turchia.
Nel 2012 il Royava, la regione di nascita di Asia,  diviene regione autonoma e cosi nascono diversi partiti politici tra cui il Partito dei lavoratori del Kurdistan , il PKK con a capo un leader Apo Abdullah Ocalan ora detenuto in Turchia. Il moto di Ocalan è stato sin dall inizio " Un paese non può essere libero se le donne non sono libere" , questa frase cosi forte scatena in un contesto come quello mediorientale un certo fermento tra le donne che cominciano a autodeterminarsi e rendersi autonome come poi ha fatto Asia che divorzia dal marito sposato con un matrimonio combinato dalle famiglie e decide di unirsi nel 2014 al YPJ , che sta per " Unità e protezione delle donne".


Questo piccolo esercito tutto al femminile attira l attenzione mediatica e nel 2015 viene immortalata in uno scatto la giovanissima Asia Atar impegnata in un combattimento contro le forze dell Isis.
Era bellissima ed era stata definita Angeline Jolie o la Penelope Cruz curda per la sua assomiglianza con queste attrici ...ma lei combatteva , per il suo popolo , perfettamente addestrata al combattimento, i media del mondo la fecero diventare famosa per la sua bellezza e non per la sua abnegazione nell affrontare i nemici consapevole di morire per la salvezza del suo popolo.
E così morì a Manbji nel 2016, a 19 anni uccisa dalle forze dello Stato Islamico.


I media diedero la notizia della sua morte così;  "L'Angelina Jolie curda è morta", sottolineando  la somiglianza fisica tra le due , invece di discutere la sua partecipazione e il suo sacrificio per aver lottato contro un nemico sanguinario come quelli dell Isis .


Ancora oggi questo popolo viene martoriato dai Turchi e dai sanguinari terroristi islamici e inoltre vengono letteralmente " venduti " come scambio nei rapporti diplomatici con buona pace del diritto dell auto determinazione.
Pensate siamo nel 2022 e la Svezia ha deciso di estradare i curdi che si erano rifugiati per non essere perseguitati politicamente dai Turchi , per poter avere da questi ultimi il voto per fare accedere la Svezia alla Nato, tutto questo per "dispetto" alla Russia .


Una vergogna allucinante... si sono venduti i Curdi e il suo popolo di combattenti donne.

A Dalila e Red Tony piace tantissimo ♥♥♥♥

Dalila
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi : 2623
Mattoncini : 914
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilo

Donne coraggiose Empty Re: Donne coraggiose

Dom Apr 03, 2022 9:27 pm
Donne coraggiose Sarah-11


Sarah Bernhardt 


Le sue origini sono rimaste oscure. Nacque nell’ottobre 1844. Diceva di essere d’origine ebraica. Sua madre era una modista e una “cortigiana”. Non si seppe mai chi fosse suo padre. Iniziò rapidamente la carriera del teatro, affiancandola a quella di accompagnatrice. Approdò alla Comedie fracaise e, successivamente fondò una propria compagnia.


A vent’anni, da una relazione con il principe Charles-Joseph Eugène Henri Georges Lamoral de Ligne (1837–1914), ebbe il suo unico figlio, Maurice Bernhardt, che sarebbe divenuto scrittore. Successivamente, ebbe diversi amanti, tra i quali gli artisti Gustave Doré e Georges Clairin. Nel 1882 si sposò a Londra con un collega di origini greche, Aristides Damala, che era morfinomane. A causa della droga, la loro relazione durò pochissimo. Si professò pubblicamente lesbica. Convisse con la pittrice Louise Abbéma. Lei stessa chiamò il pittore Alfons Mucha a ideare e disegnare  i manifesti teatrali, a partire da dicembre del 1894. All’età di 70 anni, a causa della tubercolosi ossea al livello del ginocchio, subì l’amputazione di una gamba. Ma non si diede per vinta. Tornò sul palcoscenico, recitando seduta. Morì il 26 marzo 1923.
Fu anche pittrice e scultrice. Intorno al 1874, quando era un’attrice di talento riconosciuto,  insegnò  modellazione. 

A Nanni e Red Tony piace tantissimo ♥♥♥♥

Nanni
Admin
Admin
Messaggi : 3064
Mattoncini : 1705
Data di iscrizione : 08.07.20
Visualizza il profilohttps://ilcarosello.forumattivo.com

Donne coraggiose Empty Re: Donne coraggiose

Ven Mar 11, 2022 12:33 am
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
Donne coraggiose Opera270




Giuseppina Bakhita


Giuseppina Bakhita nasceva nel 1869 dove viveva a Olgossa, nel Sudan. All’età di 7 anni viene rapita per essere venduta come schiava.


Fu trasferita poi a Khartoum, le viene imposto il nome di Bakhita (fortunata).
La giovane Bakhita cambierà 5 volte padrone sperimentando indicibili sofferenze morali e fisiche come : frustrate, e dove nelle ferite aperte viene strofinato il sale, e poi  maltrattamenti di ogni genere. 


Venne poi riscattata da un console italiano, Callisto Legnani che la offre all’amico Augusto Michieli. 
Quest'ultimo la lascia libera e nel 1890 Bakhita riceve il nome di Giuseppina durante il battesimo e riceve anche la cresima.

Il 7 dicembre entrò come novizia tra le figlie di S. Maddalena di Canossa e nel 1896 fa la sua professione religiosa.
 Nel 1902 entra in convento a Schio (VI) dove presta servizio prima come cuoca, poi in sacrestia e quindi come portinaia. Muore a Schio l’8 febbraio 1947.
Elevata agli onori degli altari il 1 ottobre 2000 da Giovanni Paolo II, la si ricorda e  festeggia il giorno della sua nascita al cielo, l'8 febbraio.


La forza di questa donna è stato quello di perdonare i suoi rapitori e di trovare nella fede la nuova vita.

A Dalila piace il post ♥

Contenuto sponsorizzato

Donne coraggiose Empty Re: Donne coraggiose

Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.